Sassofoni e pistole su Nazione Indiana con il cinema jazz

Grazie a Francesco Forlani, Sassofoni e pistole sbarca su Nazione Indiana con un piccolo contributo noir-jazz-cinematografico del sottoscritto. Doppia soddisfazione: una per la possibilità che mi è stata offerta di parlare di cinema, e due per Forlani. Forlani può fregiarsi della qualifica di Maestro flâneur, come grande eminenza grigia nel campo dei vagabondaggi letterari. Mi piacerebbe raccontarvi il suo Manifesto del comunista dandy.(qui il link alla presentazione del libro). Non sono in grado di rendere tanta divertente e appassionante complessità. Ne consiglio invece una lettura molto lenta. Un vero Slow book da tavolino del caffè. Ecco un omaggio al tema e al nostro, tratto dal libro, tra Benjamin, Baudelaire, Poe e Torino.
Intanto scoprivo che esisteva eccome una traduzione di flâneur, e l’ho
scoperta al bancone di un bar qui a Torino. Me l’ha raccontata proprio
l’amico per cui stavo lavorando: “far flanella”, bighellonare. Pare che
fosse il rimprovero delle matrone rivolto ai clienti che sostavano a
lungo nei salotti senza consumare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...