Una filosofia per Miles Davis

Massimo Donà, La filosofia di Miles Davis. Inno all’irrisolutezza,  Mimesis, Milano-Udine 2015

Chissà cosa avrebbe detto Il divino Miles di un libro che si occupa della prospettiva filosofica della sua musica. Probabilmente -come da carattere- le prime parole sarebbero state oscenità irriferibili. Invece, se usciamo dalla immagine oleografica che lui stesso si è creato, si potrebbe facilmente ipotizzare un Davis curioso verso una disciplina occidentale, “europea” che si interessa al suo lavoro.

Continua a leggere “Una filosofia per Miles Davis”

Riflessioni su una nuova jazz inchiesta

Questo articolo è apparso, in versione ridotta, sulle pagine di Alias/Il Manifesto di sabato 14 novembre. Trattandosi fondamentalmente di una recensione, quello era lo spazio a disposizione. A seguito del dibattito che si aperto mi sembra giusto ora fornire il ragionamento integrale.

Dei tre sostantivi nel titolo del libro di Enrico Cogno Jazz inchie­sta: Ita­lia (Arcana jazz, pp.238, euro 22) viene naturale concentrare l’interesse su quelli che indicano il genere musicale e la localizzazione geografica, piuttosto che sul termine inchiesta, oggi drammaticamente caduto in disuso, ma vera bussola per interpretare correttamente quelle pagine.

Continua a leggere “Riflessioni su una nuova jazz inchiesta”